Ode all'uovo

OGGI FESTEGGIAMO LA GIORNATA MONDIALE DELL’UOVO

La semplicità è la forma della vera grandezza.”
(Francesco De Sanctis)

Così è l’uovo: un ingrediente tanto semplice quanto importante che ha conquistato il cuore di molti. Un amore ufficializzato nel 1996 a Vienna quando nacque La Giornata Mondiale dell’Uovo per mano della International Egg Commission, nata nel 1964 a Bologna.

Come ogni anniversario che si rispetti, da allora ogni secondo venerdì di ottobre viene celebrato il #WorldEggDay. Una giornata che ha ufficializzato l’importanza dell’uovo e che permette di racchiudere in un’unica sinfonia gli elogi che provengono da tutto il mondo, con lo scopo di farne conoscere i benefici e l’importanza in termini nutrizionali.

L’uovo è unico e nobile, prezioso alleato per la salute. È ricco di vitamina A, E, D, B1, B2, PP, B12 oltre che di magnesio, calcio, potassio, fosforo, zinco, ferro, colina, metionina, luteina e zeaxantina.

Grazie a queste componenti, sono molti i benefici apportati da questo singolo ingrediente: rinforza il sistema immunitario, ha proprietà antiossidanti, è fondamentale per la crescita, essenziale alle funzioni del metabolismo, aiuta a regolare la pressione sanguigna e contrasta i processi di invecchiamento.

Oltre a queste ottime proprietà nutrizionali, cosa riesce a racchiudere ancora il suo sottile guscio?

LE NATURELLE WORLD EGG DAY

È primaria interpretazione, l’uovo.

Esiste da sempre, e da sempre è radicato in culture ed epoche che lo rendono custode di innumerevoli credenze e significati simbolici. Basti pensare che dal suo destino dipende quello del più celebre castello del golfo di Napoli.

È fluida bontà, l’uovo.

L’alimento in divenire per eccellenza. Sodo, alla coque, bazzotto, in camicia, strapazzato o al tegamino si presenta a noi nella forma che più si confàce. È fatto in modo da accontentare tutti: di lui si può gustare solo il bianco o solo il rosso. Protagonista e non solo, svolge un ruolo fondamentale: accompagna ingredienti che altrimenti da soli non potrebbero stare.

È ispirazione, l’uovo.

Un ingrediente che ha portato alla creazione di piatti unici in tutto il mondo : dall’America Latina (con los huevos rancheros e le papas rellenas) all’Europa (sul filetto alla Bismark, nella celeberrima omelette o alla Benedict) sino all’oriente con i tanto amati ramen e molto altro. Un’ispirazione non si ferma alla cucina. La sua forma perfetta lo ha reso uno dei soggetti più rappresentati nella storia dell’arte tra l’antico e il nuovo. Si fa modello delle preziose e sfavillanti uova di Fabergé, spicca il volo sui torrioni a Figueres grazie a Dalì e si lascia mangiare con Piero Manzoni.

È eredità, l’uovo.

Viene definito dalla sua provenienza, dal suo territorio, dal tipo di allevamento e dalle galline che lo hanno covato. È da questi fattori che scaturiscono le sue caratteristiche, come il suo calibro e colore, sia di guscio che di tuorlo. Racchiude in sé una tradizione e una cura che si tramandano di generazione in generazione, proprio come è avvenuto per le Naturelle.

È spinta propulsiva, l’uovo.

È il motore che permette di migliorarci e innovarci ogni giorno, con lo scopo di offrirvi sempre il massimo della qualità e attenzione, perché la verità è che ci siamo innamorati anche noi.